ACCEDI
Inserisci i tuoi dati per accedere

Caffespresso italiano ....cosè?

Il caffè espresso è una invenzione italiana che risale ai primi anni del 1900, che poi si è diffusa in tutto il mondo. La caratteristica principale del caffè espresso è il fatto di essere ottenuto tramite l'infusione sotto pressione.

Ciò che si ottiene è una bevanda molto concentrata, anche se in origine non era questo lo scopo principale della nuova tecnologia di estrazione, quanto quella di preparare il caffè velocemente.

La parola "espresso" deriva infatti dalla velocità con la quale era preparato il caffè (originariamente ci volevano 45 secondi circa), che veniva realizzato al momento, solo per il cliente che lo aveva richiesto. Tuttavia in altri paesi, come nel mondo anglosassone, con la parola espresso si intende la tecnologia con la quale è preparato, cioè "sotto pressione", a causa dell'ambiguità del termine.


COSE' IL CAFFE' ESPRESSO ?

Il caffè viene prodotto con acqua bollente in infusione nella polvere di caffè. La novità introdotta dal caffè espresso fu la pressione dell'acqua di infusione, superiore a quella atmosferica (9 atmosfere nelle macchine attuali), ma con una temperatura inferiore ai 100 gradi.

Nelle macchine da caffè espresso l'acqua viene forzata con l'utilizzo di metodi opportuni (pistoni, vapore sotto pressione, ecc) a passare attraverso la miscela di caffè contenuta in un apposito contenitore dotato di filtro per evitare che la polvere di caffè vada a finire nella tazzina.

Grazie alla pressione, aumenta il tasso di estrazione cioè la quantità di sostanza solida estratta dalla polvere di caffè per unità di volume di acqua.

Il risultato è una bevanda molto concentrata, più densa del caffè ottenuto con la moka o con la normale infusione, inoltre si forma una schiuma in superficie, tipica del caffè espresso.

Il caffè espresso è quello più concentrato e dunque è quello che contiene più caffeina per unità di peso

Gli esperti del caffè espresso hanno determinato un modus operandi che consente di ottenere l'espresso perfetto, quello senza difetti organolettici, e con una crema spessa 2-3 mm, abbastanza compatta da non consentire, almeno per qualche secondo, allo zucchero versatogli sopra di cadere nel caffè.



Attualmente il caffè espresso è la forma più diffusa di caffè nella maggior parte dei paesi europei e in molti altri paesi nel mondo,La grande differenza tra l'espresso che si beve in Italia e quello preparato negli altri paesi è la lunghezza: in Spagna, Francia e nel resto del mondo si preferisce un caffè più lungo, dunque con aromi e sapori meno intensi.